Ipocrisie e contraddizioni pagane – appunti notturni

In Scandinavia non è difficile trovare degli amuleti che sono un mix di una croce cristiana ed un martello di Thor. Nella mentalità politeistica, l’aiuto di un dio è sempre bene accetto e non causava problemi e conflitti finché il clero di uno di questi iniziava a predicare di avere l’unica verità possibile in tasca. Anche in epoca romana, dove abbiamo più fonti, non era così assurdo trovare in un larario Abramo o Gesù fianco a fianco ad un Orfeo.
Tenendo conto di questo, sembra davvero fuori luogo nel nuovo ricostruzionismo questo fare le pulci sugli dèi il cui culto è accettato o meno, addicendo per qualche strana ragione una rigidità mai esistita in precedenza (almeno per quanto riguarda il culto privato, quello pubblico ovviamente è relegato a pantheon definiti da tradizioni definite su basi di utilità, come ben ricorda la domanda degli ateniesi a Delfi riportata da Cicerone).
Stessa cosa dicasi per la questione dei valori e della morale. Sostenere che un Loki trans ed omosessuale dimostri la incompatibilità di questi generi nell’Asatru è come sostenere lecita la promiscuità o l’incesto sulla base di Freya e l’approvazione di suo padre Njord. Senza contare che la moralità ed i valori degli antichi scandinavi coltivatori erano diverse da quelle dei guerrieri vichinghi, al punto che qualche teoria minore in campo accademico sostiene il predominio degli Asi sui Vani solo in seguito alle migrazioni dei Rus, quando l’agricoltura era una attività secondaria rispetto alla guerra.
Insomma, non potendo rintracciare una moralità ed un sistema di valori comune, è un lavoro che sa di giustificazione dei propri pregiudizi prendere dalle saghe come se fossero verità rivelate delle prese di posizione su argomenti di attualità quale l’ammissione di persone di diverse religioni ai blot pubblici (ovviamente devono avere una base di rispetto e di consapevolezza della realtà del tuo culto, ovvero essere politeisti nell’animo), e quella di persone di altre etnie od orientamenti sessuali nella comunità.
Ciò non comporta ovviamente le gabbie aperte come qualcuno incapace di pensare in modo non binario crede (detti universalisti, semplicemente la versione specchiata dei cosiddetti volkish), ma semmai è non porre dei paletti solo perché crediamo di vedere rivelazioni divine nella nostra interpretazione della storia o dei miti. Possiamo sapere cosa ne penserebbero, in un mondo parallelo, gli eredi pagani dei nostri antenati? Probabilmente si, perché non servono questi mondi paralleli: l’Asatrufelagid in Islanda si connette ad una tradizione mai morta, Romuva anche e sono molto “liberali”, ma anche la stessa modernità, quella dei diritti civili, è più figlia di un politeismo che di un monoteismo rivelato.
Non ho ovviamente il copyright sulla mia religione ovviamente e soprattutto non mi permetto di portare avanti affermazioni spacciandole per verità rivelata, quindi anche qui tengo sempre un margine di dubbio. Aldilà però di questo, quando mi sono confrontato con persone di opinioni opposte alle mie ho sempre notato una sicurezza non accompagnata dalla certezza di possedere solo una parte di verità: tutti erano convinti di riprendere alla lettera le saghe, i valori degli antenati (quali poi?) e con la stessa sicumera dell’evangelico che prende alla lettera la Bibbia, dimenticando la contestualizzazione (sempre in materia di omosessualità, le civiltà contadine tendevano a farsi molto gli affari loro sulle questioni di letto) e dimenticando quanto tutto ciò fosse variabile nel tempo e nello spazio. Non mi sorprenderei se vedessi queste persone così sicure morire monoteiste, perché forse non sono mai state pagane. Io mi accontento dei miei dubbi e della certezza che panta rei, anche le tradizioni ed il sistema di valori che queste accompagnano. E, così come i miei antenati, non celo il fastidio di fronte a chi mi viene a dire che la sua verità è più verità della mia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...